P. Engelbert Blöchl 1892-1942

P. Engelbert Blöchl 1892-1942

Engelbert Blöchl nacque a Freistadt (Alta Austria) il 19 dicembre 1892. Il 25 luglio del 1912 entrò nel monastero cistercense di Hohenfurt (Repubblica Ceca) dove svolse regolarmente la formazione monastica. Il 3 dicembre 1916 fu ordinato sacerdote; svolse il suo ministero sacerdotale presso varie parrocchie affidate al monastero.

Pochi giorni dopo l’invasione nazista del territorio dei Sudeti, fu arrestato dai tedeschi con l’accusa di intrattenere rapporti amichevoli con i doganieri cechi. Grazie alla mediazione del suo abate, dom Tecelin Jaksch fu rilasciato.

Il 17 gennaio 1940 fu nuovamente arrestato dalla Gestapo e, il 29 ottobre, durante un processo segreto, venne accusato di tentata violenza carnale nei confronti di due ragazze le quali, dopo essere state corrotte con un’ingente somma di danaro, lo avevano denunciato alle autorità tedesche. Fu condannato ad un anno di carcere e inviato, il 21 novembre del 1940, nella prigione di Garsten. Qui incontrò i due garzoni che avevano assassinato suo padre nel 1933: li perdonò.

Il 17 agosto 1941 fu rilasciato, ma nuovamente fu arrestato dalla Gestapo e condotto nel campo di concentramento di Dachau dove morì il 1 novembre del 1942.

Chiudi il menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi