Editto per la causa del servo di Dio Benoit Thuân

Editto per la causa del servo di Dio Benoit Thuân

Causa
di Beatificazione e Canonizzazione
del Servo di Dio
Benoit Thuân
(al sec. Henri Denis)

Religioso

E D I T T O

Il 24 luglio 1933, moriva presso  l’Abbazia B.V.M. Phuóc  Son in Vietnam  il Servo di Dio P. Benoit Thuân, religioso.

Il Servo di Dio, dopo aver compiuto il curriculum formativo presso il seminario delle Missioni Estere di Parigi, venne ordinato sacerdote, il 7 marzo 1903, e successivamente inviato nella missione di Hue in Vietnam. Il suo impegno missionario fu generoso e, nonostante enormi sacrifici e privazioni, portò  i frutti abbondanti, non solo con l’accoglienza nella Chiesa dei numerosi vietnamiti , ma anche con la fondazione, il 15 agosto 1918, del monastero di Nostra Signora di Annam, il primo di quella che sarebbe diventata la Congregazione Cistercense della Santa Famiglia. La sua vita fu un esempio di amore per Cristo, di preghiera, di povertà, di penitenza e di zelo per la salvezza delle anime. La sua fama di santità è cresciuta col passare del tempo e la sua figura è diventata un punto di riferimento per molti sacerdoti oltre che per tanti laici vietnamiti. Oggi, nonostante i vari conflitti bellici che ha sofferto il Vietnam, oltre mille tra monaci e monache possono dirsi suoi figli .

Essendo andata vieppiù aumentando, col passare degli anni, la sua fama di santità ed essendo stato formalmente richiesto di dare inizio alla Causa di Beatificazione e Canonizzazione del Servo di Dio, nel portarne a conoscenza la Comunità ecclesiale, invitiamo tutti e singoli i fedeli a comunicarci direttamente o a far pervenire al Tribunale Diocesano del Vicariato di Roma (Piazza S. Giovanni in Lateran, 6 – 00184 ROMA) tutte quelle notizie, dalle quali si possano in qualche modo arguire elementi favorevoli o contrari alla fama di santità del detto Servo di Dio.

Dovendosi, inoltre, raccogliere, a norma delle disposizioni legali, tutti gli scritti a lui attribuiti, ordiniamo, col presente EDITTO, a quanti ne fossero in possesso, di rimettere con debita sollecitudine al medesimo Tribunale qualsiasi scritto, che abbia come autore il Servo di Dio, qualora non sia già stato consegnato alla Postulazione della Causa.

Ricordiamo che col nome di scritti non s’intendono soltanto le opere stampate, che peraltro sono già state raccolte, ma anche i manoscritti, i diari, le lettere ed ogni altra scrittura privata del Servo di Dio. Coloro, che gradissero conservarne gli originali, potranno presentarne copia debitamente autenticata.

Stabiliamo, infine, che il presente EDITTO rimanga affisso per la durata di due mesi alle porte del Vicariato di Roma, e che venga pubblicato sui siti della Congregazione della Sacra Famiglia, sul quotidiano “L’Osservatore Romano” e sul bollettino della Diocesi di Hue.

Dato in Roma, dalla Sede del Vicariato, il 25 ottobre 2018

ANGELO Card. DE DONATIS
Vic.Gen.
Marcello Terramani
Notaro
 

 

DOWNLOAD PDF

Chiudi il menu